Fare rete: questo è l’avvenire per le professioni legate alla comunicazione

Anna Calò

Ho letto recentemente sul sito di Ferpi (Federazione Relazioni pubbliche italiana) un interessante articolo dove si legge che: “Il futuro del mercato e delle professioni della comunicazione passa per la capacità di fare sistema partendo dalle diverse associazioni che le rappresentano. E’ finita l’epoca della frammentazione delle competenze e delle associazioni. Siamo entrati nell’ era della con-comunicazione, dove o si cammina insieme o non si va da nessuna parte”. Sono interamente d’accordo con tale affermazione, partendo dalla necessità di creare un’unità…

Continua a leggere
Condividi

Arte e comunicazione. Un buon inizio ma ancora tanto su cui lavorare

Anna Calò

Qualche giorno fa, sono  andata al cinema a vedere Firenze e gli Uffizi 3D/4K – Viaggio nel cuore del Rinascimento. Un docu-film di un’ora e mezza su Firenze e le sue bellezze, disponibile nelle sale cinematografiche italiane dal 3 al 5 novembre, realizzato in collaborazione con Sky Arte HD, Nexo Digital e Magnitudo Film, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Comune di Firenze e con il sostegno di Ente Cassa di…

Continua a leggere
Condividi

Cosa sono gli Stati Generali delle donne Young?

Anna Calò

Tra due giorni, il 27 settembre si terrà a Milano il primo incontro degli Stati Generali delle donne Young all’ interno della conferenza mondiale delle donne, Pechino vent’ anni dopo (26-28 settembre, Programma). Ma cosa sono gli Stati Generali delle donne Young? “Spesso occhi nuovi possono fornire soluzioni nuove. L’esperienza che necessita di essere valorizzata, deve impedire che la paura di osare porti alla cristallizzazione delle dinamiche sociali, economiche e politiche”. È un gruppo di giovani donne nato per creare un…

Continua a leggere
Condividi

The European Union, tutto qui?

Anna Calò

Foto ripresa dal profilo Facebook dell’artista inglese, Bansky The European Union, tutto qui? Tutto qui il sogno di un’Europa nata per ristabilire la pace e la collaborazione tra i popoli dopo le devastazioni della seconda Guerra Mondiale? È davvero questo ciò che ne resta di quell’incredibile laboratorio di alta ingegneria politica? Allora aveva torto Thomas Moore quando diceva che nessuna carta geografica è completa se non contiene un fazzoletto di terra che si chiama utopia. E utopia è parsa a molti,…

Continua a leggere
Condividi